Dighero porta Dario Fo nella piccola Bistagno

la_stampa_logo

Grandi nomi e temi impegnati per 5 spettacoli alla Soms

17 dicembre 2016

«Sarà una bella sfida», l’attrice alessandrina Monica Massone, anima di Quizzy Teatro, con cui produce e organizza spettacoli e laboratori, non è nuova alle scommesse ma in questa crede tantissimo: far decollare una stagione teatrale di qualità nella piccola Bistagno, 2 mila abitanti nel cuore della Val Bormida. Ci proverà dal 12 gennaio, insieme a Fabrizio Pagella, con il primo di cinque spettacoli che si daranno il cambio fino al 28 aprile sul palco del Teatro Soms.

Il progetto – che parte dalla fondazione «Piemonte dal vivo», col sostegno della Soms e il patrocinio del Comune – è ambizioso: toccare corde delicate e temi impegnati con spettacoli ironici, anche divertenti. «Si parlerà di questioni attuali, come la passione che si scontra con le difficoltà nella vita, i problemi del mondo del lavoro e altri ancora, ma senza per forza perdere il sorriso» dice Massone, che per accendere i riflettori ha scelto un nome di richiamo. A Bistagno, il 12 gennaio, arriverà l’attore genovese Ugo Dighero, volto noto anche della tv, che porterà sul palco della Soms uno spettacolo che racchiude, reinterpretati, una serie di monologhi dell’opera «Mistero buffo» del grande Dario Fo. Poi, il 25 febbraio, toccherà alla compagnia Mulino ad Arte di Orbassano, con «Les Jumeaux», spettacolo tra il comico e il surreale che racconta la vita vagabonda di due artisti di strada. Poi, il 18 marzo, la stessa Quizzy Teatro porterà in scena «Solo – Una vita», mentre il 1° aprile toccherà al grande Beppe Rosso, nome di primo piano del teatro italiano, e al suo «Piccola società disoccupata».

Si chiude, il 28 aprile, con l’autore e regista emergente Tobia Rossi, di Ovada, e lo spettacolo «Cuore di piombo», tratto da «Il tenace soldatino di stagno» di Andersen. I biglietti (per prenotarli 3885852195, anche per informazioni) costano 18 euro per «Mistero buffo», 15 per «Piccola società disoccupata» e 12 per gli altri tre spettacoli, gli abbonamenti 62 euro, con riduzioni per gli under 18. Ma il teatro Soms non sarà solo un palcoscenico per Quizzy Teatro, se mai una vera e propria casa, dove si svilupperanno oltre alla rassegna tante altre attività: collaborazioni con le scuole, eventi con la gipsoteca Monteverde, letture, laboratori. «Senza concorrenza con la stagione di Acqui, di cui saremo se mai complementari» assicura Massone.

A Bistagno ci credono molto – «Per l’Acquese e Bistagno è un’opportunità unica, confidiamo in una grande partecipazione di pubblico» dice il vicesindaco e presidente Soms, Riccardo Blengio – e pure a Torino, alla fondazione Piemonte dal vivo, che ha inserito l’iniziativa nel progetto «Corto Circuito».

Per La Stampa
DANIELE PRATO
BISTAGNO
17 dicembre 2016
Dighero porta Dario Fo nella piccola Bistagno

----------