Ugo Dighero con “Mistero buffo” a Bistagno

logo-radio-gold-standard

11 gennaio 2017

BISTAGNO – E’ con “Mistero buffo” di Dario Fo interpretato da Ugo Dighero e prodotto da Teatro dell’Archivolto di Genova, che inizia, giovedì 12 gennaio, Quizzy Teatro, rassegna diretta da Monica Massone che porta a Bistagno, al Teatro “S.O.M.S”, un cartellone di grande prestigio.

Ugo Dighero è un attore a tutto tondo, la sua carriera  ha abbracciato la televisione, la comicità e tanto teatro.  Basta ricordare i Broncoviz o Giulio Pittaluga di ”Un medico in famiglia”, ma anche i suoi tanti lavori con il Teatro Stabile di Genova e con il Teatro dell’Archivolto. Il suo amore per  “Mistero buffo”  risale alla prima volta che lo vide, a vent’anni, e ne trascrisse da videocassetta il testo. Oggi il capolavoro di Fo ritorna in una chiave interpretativa fedele all’originale, ma mediata dalla personale sensibilità del protagonista.

“Si ride tanto e, soprattutto, “Mistero buffo” vive di una vita nuova, grazie ad un interprete che l’ha fatto suo. Ci sono abilità attoriale e tecnica ammirevoli, ma c’è anche una convinzione profonda che tocca lo spettatore, una sinergia che va al di là del prodotto perfetto e conquista la ragione e il sentimento”

Dalla recensione di “Mistero buffo” su RadioGold

Qui la recensione completa

Nello spettacolo  sono messi in scena i due monologhi de “Il miracolo di Gesù Bambino”, tratto dai vangeli apocrifi, e “La Parpaja topola”, da “Il fabulazzo osceno”, tratto da un fabliau medievale. Il primo pezzo dà una chiave di lettura che consente di empatizzare con le figure sacre viste nel loro lato umano, senza mai cadere nella blasfemia, come nello stile di Fo, ateo, ma profondamente rispettoso delle religioni.  “La parpaia”  rappresenta la metafora dell’idiota, che spiazza con la sua purezza.

“Sono pezzi di affabulazione pura in cui chi racconta interpreta anche tutti i protagonisti che dialogano tra loro, quindi bisogna usare tutte le tecniche, soprattutto la commedia dell’arte, con le maschere. Bisogna entrare e uscire velocemente da tutti i personaggi (a volte tre o quattro in scena); è un arzigogolo virtuosistico in cui si deve essere veloci e preparati. Una volta che si riesce a gestire tutto questo è come sedersi al volante di una Ferrari che bisogna saper guidare, ma va che è una meraviglia. I brani sono scritti sapientemente, con dei tempi comici favolosi ed è un cavallo che galoppa in maniera forsennata . Quando si riesce a starvi sopra è un godimento per chi interpreta e spero anche per chi ascolta”

Ugo Dighero

L’iniziativa è promossa dalla Fondazione “Piemonte Dal Vivo”, nell’ambito del progetto “Corto Circuito”, e organizzata in collaborazione con la Società Operaia di Mutuo Soccorso, con il patrocinio del Comune di Bistagno

Il costo del biglietto è di 18 euro (ridotto 15 euro), lo spettacolo inizia alle ore 21.

Per info e prenotazioni: 388 5852195 www.quizzyteatro.com, www.somsbistagno.itwww.piemontedalvivo.it/corto-circuito-piemonte e sulle pagine FB “Quizzy Teatro” e “S.O.M.S. Bistagno”.

----------