Quizzy Teatro presenta SINTETICO 2.0

Da Giovedì 7 Novembre 2019, dalle ore 20 alle ore 23, presso il Teatro S.O.M.S. di Bistagno (AL), in Corso Carlo Testa 10, ricomincia il Laboratorio di Teatro Fisico Sintetico, ideato e organizzato da Quizzy Teatro, realtà territoriale stabile di organizzazione e produzione, parte del progetto “Corto Circuito”, sostenuto e promosso dalla Fondazione “Piemonte dal Vivo”.

Il laboratorio è finalizzato a integrare la formazione di un gruppo stabile di ricerca sull’azione fisica, in grado di creare spettacoli e performance che contaminino il teatro e la danza, in rapporto alla voce e alla parola. Sintetico vuole essere un contenitore di comunicazioni immediate ed efficaci, in grado di esprimere idee, riflessioni ed emozioni sulla società contemporanea e il sentire sociale, il tutto espresso attraverso la ricerca di una sintesi espressiva, in cui gesto e parola sono condensati in un agire scenico diretto ed essenziale.

In particolare il laboratorio mira a sviluppare tecniche di rilassamento corporeo e respirazione, potenziamento dell’ascolto e del Pensiero Laterale, Neutro Scenico per acquisire nuove competenze motorie, Voce Naturale ossia riscoperta ed esplorazione di toni, timbri, volumi, ritmiche e sonorità spontanee, paralinguistica ovvero qualità della voce e articolazione, studio della dizione e dell’ortoepia, Storytelling ed elementi di drammaturgia, scomposizione del movimento e del gesto in relazione allo spazio, al tempo, alla musica e alla parola, autoconsapevolezza delle proprie peculiarità fisiche e creative, istintività e impulsività d’azione-reazione, pratiche di straniamento e immedesimazione, improvvisazione strutturata e ideazione collettiva, regia, nozioni di acrobatica, gestione delle dinamiche narrative interne al testo, allestimento, prove e debutto di uno spettacolo professionale. Fulcro della ricerca di Sintetico è lavorare sul corpo come mezzo di comunicazione empatico, transculturale, diretto ed immediato; liberarlo e potenziarlo significa sviluppare, con tecnica e competenza, l’espressività fisica, la vocalità e la credibilità interpretativa, anche in senso più tradizionale.

A gestire il progetto teatrale tre insegnanti d’eccezione, che metteranno a disposizione dei partecipanti tutte le loro conoscenze tecniche, teoriche e professionali: Monica Massone per il training d’attore, la drammaturgia e la regia, Tatiana Stepanenko per la danza classica, moderna e per gli elementi di acrobatica, Federica Addari per il vocal coaching.

Monica Massone è laureata in Teatro Educativo e Sociale presso l’Università degli Studi di Torino, corso di laurea in D.A.M.S., diplomata Attrice presso la “International Acting School” di Roma (scuola di formazione professionale Regione Lazio) ed è specializzata in Storytelling presso la Scuola “Holden” di Torino.

Tatiana Stepanenko è laureata presso l’Accademia Superiore Statale d’Arte e Cultura di Perm (Russia), si perfeziona in Composizione Coreografica e Improvvisazione presso l’Associazione Europea Danza di Livorno e in Contact Improvisation presso il “Provincial Dance Theatre” di Ekaterinburg (Russia).

Federica Addari, formata in Canto secondo il metodo VoiceCraft, è laureata in Filosofia ed è fondatrice del gruppo “Lo Straniero” (etichetta “La Tempesta”), vincitore della XXX edizione del Festival “Musicultura”.

Sintetico è rivolto a persone che possiedono già una buona esperienza di palco e che abbiano interesse a impegnarsi concretamente e seriamente nella formazione di un gruppo teatrale professionale, che dia seguito agli ottimi laboratori sviluppati nel corso degli anni passati.

Il corso si svolgerà da Giovedì 7 Novembre a Giugno 2020, con un incontro settimanale (ogni Giovedì) della durata di 3 ore, per un totale di 32. Tutte le lezioni del laboratorio si terranno presso il Teatro SOMS di Bistagno (AL), in Corso Carlo Testa 10.

Sintetico, infatti, attraverso le performance Hypocrisy e Peripherein che compongono lo spettacolo in produzione Society, è stato portato in scena in diverse manifestazioni culturali e artistiche allestite nella provincia di Alessandria, a esempio “AcquiLimpiadi” e “Notte in Rosé” per il Comune di Acqui Terme (AL) e in occasione del Concorso Internazionale di Poesia istituito dall’Associazione “Archicultura”. L’intenzione è quella di rendere le performance dal vivo un evento sempre più continuativo e regolare, in modo che il laboratorio si affermi sul territorio come importante ed innovativa offerta culturale di ricerca e sperimentazione. Inoltre, per far conoscere le dinamiche del corso e renderlo più fruibile, lo scorso anno le docenti hanno proposto una Open Lesson ovvero una “Lezione Aperta” in cui il pubblico ha avuto modo di entrare nel vivo della didattica, esattamente così com’è nella realtà, senza alcuna volontà dimostrativa o performativa, senza alcun adeguamento seduttivo, ma in tutta la nudità, la fatica e la fallibilità di un’autentica e intensa sessione di studio.

Quizzy Teatro, creatore di Sintetico, è, nella pratica, Residenza Teatrale, ma anche Direzione Artistica di Bistagno in Palcoscenico, foriera di numerosi artisti di fama nazionale, come Marina Massironi, Roberto Ciufoli, Antonello Fassari, Ettore Bassi, Alessandro Fullin, Beppe Rosso, Ugo Dighero, e molti altri attori, registi e autori, i quali hanno contribuito con la loro presenza al grande successo che questa rassegna continua a riscuotere.

Importante per Quizzy Teatro è, dunque, proporre un pacchetto di opzioni teatrali che possano incontrare i gusti del pubblico, ma che, al tempo stesso, mantengano un adeguato livello culturale e civile, qualità di cui il Teatro si fa portavoce.

Le conduttrici del corso Sintetico e Quizzy Teatro invitano a partecipare al laboratorio di Teatro Fisico, chiamando il numero 348 4024894 (Monica) o scrivendo una mail all’indirizzo info@quizzyteatro.it, e vi aspettano alla prima lezione di prova, in programma Giovedì 7 Novembre, dalle 20 alle 23, presso il Teatro SOMS di Bistagno (AL).

Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito www.quizzyteatro.com e sulla pagina FaceBook Quizzy Teatro.

Foto di Roberto Mastroianni e Alberto Margiocchi

Lascia un commento